Mafia e racket, i commercianti denunciano: 20 fermi a Palermo

PALERMO (ITALPRESS) – Duro colpo alla famiglia mafiosa di Palermo Borgo Vecchio: con l’operazione “Resilienza” i carabinieri del Comando provinciale hanno fermato 20 persone, ritenute a vario titolo responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, associazione per delinquere finalizzata ai furti e alla ricettazione, tentato omicidio aggravato, danneggiamento seguito da incendio, estorsioni consumate e tentate aggravate, danneggiamento aggravato, furto aggravato, ricettazione. L’indagine, coordinata da un gruppo di sostituti diretti dal Procuratore aggiunto Salvatore De Luca, costituisce “un’ulteriore fase di un’articolata manovra condotta dal Nucleo Investigativo di Palermo sul mandamento mafioso di Palermo Porta Nuova e,

 » Continua a leggere sul sito di riferimento

L’articolo Mafia e racket, i commercianti denunciano: 20 fermi a Palermo proviene da Notiziedi.

continua a leggere sul sito di riferimento

ARTICOLI RECENTI

“Se in Italia vince.. scappo all’estero”. Ecco la guida su come fare

ROMA – Quante volte hai sentito dire, o hai detto tu stesso, “Se alle prossime elezioni vince X, scappo all’estero!”? Un tormentone che si...

L’Italia al voto, oggi urne aperte fino alle 23

ROMA – Election day in Italia: oggi, domenica 25 settembre, gli italiani si recheranno alle urne per votare il nuovo governo dopo la caduta...

Poeti, artisti e letterati a Caserta per la cerimonia di premiazione della rassegna multimediale

“ ”, sussurra Gandalf, mentre i fuochi delle Torri-faro sulle Montagne Bianche vengono avvistati da Aragorn,  che convince il re di Rohan a...

E Sgarbi parla via Facebook: “Il silenzio elettorale? Una grande stronzata”

BOLOGNA – “Il silenzio elettorale è una grande stronzata”. Parola di Vittorio Sgarbi, parlamentare uscente e candidato del centrodestra nell’uninominale di Bologna per il...

In India tempesta perfetta su scuola e case famiglia ‘made in Bologna’

BOLOGNA – Travolti dal “disastro perfetto”. La pandemia prima, la guerra poi e ora inflazione e stangata sulle bollette si sono abbattute su scuole...

ARTICOLI CORRELATI